Focus sull’energia

I consumi energetici, di cui circa il 60% è costituito da elettricità, rappresentano la causa preponderante delle nostre emissioni di gas ad effetto serra.

Focus sull’energia

Per questo motivo, anche nel 2016 abbiamo sviluppato nuovi progetti e avviato ulteriori interventi per migliorare l’efficienza energetica dei nostri edifici, sia a livello di Gruppo sia dei singoli Paesi. In generale, utilizziamo il più possibile tecnologie di illuminazione e riscaldamento/raffreddamento a risparmio energetico quali, ad esempio, diodi luminosi a basso assorbimento di energia, involucri edilizi, serramenti e isolamenti termici, impianti di riscaldamento/raffreddamento a soffitto, a pavimento o a espansione diretta (pompa di calore), rilevatori di presenza o orologi/timer per il controllo dell’accensione e spegnimento degli impianti.

È stato lanciato un nuovo progetto a livello di Gruppo, denominato New Way of Working (NWW), con l’obiettivo di rendere il nostro modo di lavorare più semplice, intelligente ed efficace ogni giorno. Prevede l’ampio uso di strumenti di collaborazione e comunicazione, utilizzando nuove tecnologie e dispositivi integrati, mentre gli uffici vengono riprogettati per essere più attraenti e incoraggiare i dipendenti a condividere gli spazi e le attrezzature. Stiamo creando un ambiente di lavoro in cui la posizione fisica diventi sempre meno rilevante e i dipendenti siano in grado di eseguire la maggior parte delle attività in maniera digitale.
Così facendo, NWW intende anche limitare l’impatto sull’ambiente ottimizzando la gestione degli spazi e scegliendo materiali ecologici negli arredamenti, oltre a incoraggiare tutti i dipendenti a essere consapevoli delle loro azioni e dell’impatto dei loro comportamenti.

Si segnalano alcune importanti iniziative nel 2016:

oltre GJ 771 mila energia (-5,6% rispetto al 2013)

GJ 21,1 energia pro capite

ITALIA

È entrato a regime il secondo motore dell’impianto di trigenerazione di Mogliano Veneto per l’autoproduzione di energia elettrica, termica e frigorifera. In questo modo, quasi l’intero fabbisogno energetico è coperto dall’impianto, con notevoli risparmi in termini di consumi e di costi per l’approvvigionamento.

GERMANIA

Nella sede di Colonia è stato implementato il sistema di monitoraggio climatico MeteoViva®, un modello matematico in grado di integrare i fattori che influenzano la temperatura interna: condizioni atmosferiche, previsioni metereologiche dei giorni successivi, caratteristiche dell’edificio e tecnologia degli impianti. Vengono così ottimizzate le attività di riscaldamento e raffreddamento giornaliero, evitando gli sprechi dovuti a condizioni climatiche mutevoli.

SVIZZERA

Le imprese operative nel Cantone di Zurigo, che consumano energia termica ed elettrica in quantità superiore a soglie definite, devono firmare un accordo con l’ufficio governativo per la gestione trasparente di energia, acqua, rifiuti e qualità dell’aria, ponendo un obiettivo di miglioramento dell’efficienza energetica.

Negli ultimi 10 anni, grazie ad interventi sugli impianti e sulle caratteristiche degli edifici, Generali ha saputo superare in maniera significativa l’obiettivo che era stato posto, con un incremento dell’efficienza energetica del 45,3%. In seguito a questo traguardo è stato firmato un nuovo accordo fino al 2024 che prevede un ulteriore incremento dell’efficienza energetica dell’8%.