Inclusione socioeconomica

In un quadro generale di crisi economica prestiamo grande attenzione ai temi dell’occupazione e dell’integrazione sostenendo:

  • iniziative a favore dell’occupazione e integrazione per l’inserimento/reinserimento sociale e lavorativo e per il recupero giovanile, sia nel contesto scolastico sia in quello lavorativo
  • progetti per l’integrazione sociale di persone svantaggiate (poveri, immigrati, disabili, ecc.) nella scuola, nel lavoro, nello sport e in ambito culturale
  • programmi di educazione finanziaria e assicurativa per avvicinare le persone ad argomenti importanti per la vita quotidiana
  • iniziative volte a valorizzare le diversità attraverso lo sviluppo delle abilità personali e rivolte a gruppi misti per genere, razza e disabilità.

Inclusione e educazione finanziaria

In India, Generali supporta la residenza Muktshala in partnership con Pride India. Il progetto punta a garantire il diritto all’educazione a 80 bambini e ragazzi di età compresa tra i sei e i sedici anni, figli dei lavoratori migranti di Raigad, nel distretto di Maharashtra, un’area che ha visto lo sradicamento della popolazione indigena, con la conseguenza di una forte dispersione scolastica. Il progetto si pone l’obiettivo di aumentare entro un anno almeno del 55% l’accesso a un’educazione di qualità e dell’80% il livello di apprendimento dei bambini.
Nella struttura residenziale messa a disposizione i bambini vengono accolti in un ambiente idoneo al loro sviluppo, con l’accesso a cibo, supporto medico, istruzione con insegnanti qualificati, materiale didattico e sportivo e materiali di supporto alle varie attività extrascolastiche e ricreative.

SDG 4

In India, Generali in partnership con Srujna Charitable Trust ha organizzato un workshop di alfabetizzazione finanziaria rivolta a 50 donne svantaggiate con lo scopo di favorire la loro inclusione finanziaria nella comunità. L’incontro si è focalizzato sull’importanza del credito e del debito, dell’assicurazione individuale e per la famiglia, su come gestire un conto bancario e una carta di credito, sull’investimento del risparmio e sulla possibilità di accedere a fondi pubblici per l’avvio di attività imprenditoriali.

SDG 8

Dal 2006 in Spagna sosteniamo la Fondazione Adecco, che opera per l’impiego di persone over 45 appartenenti a categorie svantaggiate, donne sole con famiglia, vittime di violenza domestica e di genere.
Oltre al consueto sostegno economico, nel 2016 la Fondazione ha attivato iniziative di volontariato coinvolgendo dipendenti del Gruppo:

  • Riforestazione: 24 dipendenti per una giornata hanno aiutato a piantare 200 pini in un’attività di rimboschimento
  • Canal Olimpic: 19 dipendenti hanno trascorso una giornata in attività sportive
  • Classi di cucina: 15 dipendenti per una giornata hanno aiutato il gruppo durante le loro attività formative.

 SDG 8

Attività con i disabili

58 dipendenti coinvolti

 

Nel 2016 in Spagna si è realizzato il progetto vincitore del concorso, dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo Generali, Volunteering Challenging Ideas, al quale hanno partecipato 216 colleghi da 24 Paesi diversi.
L’iniziativa vincitrice, denominata Generali Schools si proponeva di supportare l’educazione di bambini svantaggiati, sia dal punto di vista economico sia da quello dell’integrazione sociale.
Realizzata in partnership con la ONG Mayas l’iniziativa comprendeva due diversi progetti:

  • Generali Meal Benefits per aiutare economicamente le famiglie che non sono in grado di pagare il pasto ai propri figli; 48 bambini hanno beneficiato gratuitamente della mensa scolastica

 SDG 1

  • Generali Private Lessons con lo scopo di migliorare le competenze di base degli studenti con difficoltà di apprendimento nella scuola primaria, attraverso la lettura e la scrittura. 300 bambini hanno partecipato a sessioni di lettura e scrittura gestite da insegnanti, i tutor Mayas e 12 dipendenti di Generali.

SDG 4 

48 pasti

300 bambini coinvolti

12 dipendenti

 

In Indonesia Generali ha siglato una partnership con la ONG HOPE con la quale ha attivato alcune iniziative di volontariato d’azienda alle quali hanno partecipato 50 dipendenti. Un’attività, relativa allo storytelling, è stata svolta con i bambini fra i 5 e i 12 anni seguiti da Hope a Singapore nella zona di Tanah Merah ed è consistita nella creazione interattiva di un racconto sul tema della gratitudine.
Inoltre, per coinvolgere i dipendenti della rete di vendita, è stato creato un programma dedicato alle casalinghe, ai disoccupati e ai lavoratori, denominato Inspiration Class, con l’obbiettivo di introdurre informazioni di base sull’assicurazione e sulla pianificazione finanziaria.

 SDG 4 SDG 8

5 gruppi di bambini

50 dipendenti

 

In occasione del Children’s day, in Argentina, 300 dipendenti hanno svolto attività di volontariato presso 40 istituzioni sociali da loro selezionati, in particolare orfanotrofi e scuole speciali. Scopo dell’iniziativa, che ha coinvolto nel complesso 2.500 bambini, è stata quella di organizzare una giornata basata sul gioco e il dono.

SDG 4

2.500 bambini

300 dipendenti

 

In Italia, con il progetto Volontari per un Giorno, 72 dipendenti per un totale di 192 ore di volontariato hanno potuto aderire a iniziative individuate da loro stessi:

  • Charity temporary shop: all’interno delle sedi di Mogliano Veneto, Milano, Roma, Torino sono stati allestiti banchetti promozionali di associazioni e fondazioni benefiche dove i volontari coadiuvati da dipendenti promuovono i loro progetti, raccolgono fondi e vendono oggetti. Nel 2016 sono state ospitate 25 organizzazioni
  • Io sostengo la ricerca con tutto il cuore: 60 dipendenti hanno aiutato la Fondazione Telethon nella raccolta fondi all’interno dei Charity Temporary Shop
  • Minori e la rete - Lotta al Cyberbullismo: per contrastare il fenomeno del cyberbullismo i dipendenti che quotidianamente si occupano di information technology, mettono a disposizione le proprie conoscenze attraverso un’attività di educazione e formazione a beneficio degli studenti delle scuole della provincia di Treviso.

SDG 4 

Il 4 e il 5 novembre 2016, è stato sostenuto il primo forum italiano ELLE active! dopo le tappe in Francia, Spagna, Giappone, Cina e Corea, promosso dal magazine Elle e focalizzato sul tema Donne e Lavoro. L’evento ha previsto laboratori interattivi e percorsi motivazionali con esperti, coach e formatori, per aiutare le donne a individuare le proprie strategie personali, valorizzare se stesse e avere fiducia nelle proprie capacità.
Il forum è stato un momento importante di condivisione e partecipazione, con oltre 2.000 donne presenti, 120 workshop formativi, 200 relatori e 250 sessioni individuali.
Generali ha aperto la partecipazione al forum a 100 dipendenti delle proprie sedi di Milano mentre 30 dipendenti si sono alternate per offrire consulenze previdenziali, finanziarie e sulla gestione dei colloqui di lavoro.

SDG 5 

72 volontari

192 ore di volontariato