Salute e sicurezza

Come assicuratori ci occupiamo della salute delle persone e dei rischi che possono minacciarla, siano essi malattie o conseguenze di incidenti, in particolare automobilistici.

Per questo motivo, una parte importante delle iniziative sostenute è costituita da:

  • attività di sensibilizzazione ed educazione sui temi dell’invecchiamento attivo della popolazione, della prevenzione di malattie e dipendenze, della salute materna e neonatale e dell’adozione di stili di vita salutari. Sono comprese anche iniziative sportive dilettantistiche, in particolare quelle dedicate ai bambini e ai giovani
  • iniziative di educazione/sensibilizzazione per migliorare la sicurezza stradale, con attività a sostegno delle persone coinvolte in incidenti.

Il 21 settembre Generali ha sostenuto l’iniziativa EDWARD - European Day Without a Road Death, promossa dalla Commissione Europea con l’obiettivo di ottenere una giornata europea senza vittime sulla strada. EDWARD si inserisce nel contesto della European Mobility Week che si è tenuta dal 16 al 22 settembre 2016 per incentivare nuove forme di mobilità e strategie innovative per creare un sistema europeo di trasporti sostenibile.

LINKS:

www.generali.com/it/who-we-are/discovering-generali/european-mobility-week
per consigli pratici e utili per scoprire che uno stile di guida sicuro e prudente non solo spesso salva la vita, ma contribuisce anche alla riduzione dei livelli di inquinamento e quindi dell’impatto ambientale

 SDG 3

In Ungheria dal 2011 il bus della salute di Generali visita annualmente alcune città, offrendo controllo medico preventivo. All’interno del bus un medico generico effettua controlli oculistici, dermatologici per rilevare eventuali melanomi, analisi della composizione corporea e del sangue, in particolare del colesterolo e della glicemia. Ad ognuno viene rilasciato un libretto con gli esiti degli esami effettuati e eventuali consigli da parte del medico. Con questo programma si sono individuati molti casi di malattie gravi, in particolare relativi all’apparato cardiovascolare e a casi di melanoma; in questi casi i pazienti sono stati invitati a rivolgersi a uno specialista.

In Ungheria dal 2013 supportiamo inoltre il progetto Safety Bus rivolto a bambini e ragazzi delle scuole locali, con l’obiettivo di sensibilizzarli sulla sicurezza stradale e sulla percezione del pericolo nei più comuni incidenti domestici. L’iniziativa è promossa dall’associazione United Way Hungary con lo scopo di diminuire il numero di incidenti e prevenire le situazioni ad alto rischio nel periodo dell’infanzia e dell’età scolare. Il programma, condotto da insegnanti appositamente formati, è basato su un processo di apprendimento interattivo che consente una migliore cooperazione tra i bambini attraverso esercizi pratici, lavori di gruppo e attività teatrali.

8 mila screening medici nel 2016

22 città visitate nel 2016

SDG 3

 

Sul tema della sicurezza stradale Generali agisce nei vari Paesi con iniziative concrete, spesso in partnership con la polizia locale e le istituzioni.

REPUBBLICA CECA

Potholes project: il progetto, in atto dal 2011, consiste nel monitoraggio delle strade da parte dei conducenti che sono incoraggiati a segnalare ai governi regionali e ai servizi di manutenzione stradale le buche stradali tramite una app e un sito internet. Grazie a questo progetto fino ad ora sono state riparate più di 2.700 buche, equivalenti a un risparmio stimato in pagamento sinistri pari a oltre € 1,1 milioni.

SDG 3

UNGHERIA

Living Roads: Generali Foundation per la Sicurezza ha installato su 23 strade superfici antiscivolo ad alta visibilità, che aiutano a ridurre lo spazio di frenata del 50%. L’iniziativa si è focalizzata su tratti stradali con il più alto rischio di incidenti, per esempio davanti ad attraversamenti pedonali o a curve brusche.

SLOVACCHIA

Mela e Limone: in collaborazione con le forze di polizia, ogni anno Generali promuove una iniziativa di prevenzione di una settimana chiamato Mela e Limone dove la polizia si reca a fare i controlli stradali accompagnata da studenti. Invece delle multe, i conducenti che infrangono le regole del traffico ricevono un limone e un rimprovero da parte dei bambini, mentre chi guida in modo sicuro ottiene una mela. Quest’anno, le pattuglie hanno controllato un totale di 1.702 vetture, con 1.224 guidatori premiati e 478 sanzionati.

SLOVENIA

Family hour: il progetto, organizzato dall’associazione automobilistica nazionale slovena AMZS consiste in incontri dedicati alle famiglie in diverse città della Slovenia durante i quali vengono presentate le attività di prevenzione e di informazione sulla sicurezza stradale. Bambini e adulti possono sperimentare come ci si sente ad essere capovolti all’interno di una macchina, provare un simulatore di guida e altre attività che mostrano come reagire in caso di collisione.

Alcohol locks: il progetto, creato in collaborazione con il Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti, per garantire la sicurezza degli studenti nel percorso casascuola, consiste nel bloccare gli autobus utilizzati per il trasporto con lucchetti che si sbloccano solo dopo che il conducente ha superato il test dell’etilometro a essi collegato.

TURCHIA

De-icing Asphalt: il progetto in collaborazione con il dipartimento di chimica e ingegneria biologica dell’Università Koç e TUPRAS (Azienda di energia) consiste in uno studio scientifico volto a diminuire il prezzo dell’assicurazione attraverso la riduzione degli incidenti stradali causati dalla neve e dalla formazione di ghiaccio improvviso. Vengono inoltre ricercate soluzioni per ridurre l’uso del sale nelle strade il cui costo incide notevolmente sull’economia del Paese con lo scopo di utilizzare i soldi risparmiati per il mantenimento e la riparazione delle strade.

40 scuole nel 2016

14 mila bambini coinvolti nel 2016